Competenze chiave per l’apprendimento permanente

Il Consiglio dell'Unione Europea ha rivisto le 8 competenze chiave per l'apprendimento permanente elaborate, in una prima versione, nel 2006.

Luisa Treccani avatar

Luisa Treccani


Consulente
Legislazione Scolastica


Rifletto sul mondo della scuola non per creare problemi ma per trovare soluzioni!

Il Consiglio dell’Unione Europea nel 2006 e, successivamente, nel 2018, ha sostenuto la necessità di acquisire conoscenze, abilità e competenze indispensabili per affrontare la complessità del mondo contemporaneo. In particolare, ha sottolineato come l’interconnessione tra queste diverse conoscenze abilità, atteggiamenti e competenze sia indispensabile per favorire l’apprendimento in tutto l’arco temporale della propria vita, dall’infanzia fino all’inserimento nel mondo lavorativo. Il Consiglio dell’Unione Europea ha elaborato una prima sintesi di queste otto competenze chiave, che, successivamente, nel 2018 sono state riviste. 

La competenza si può definire la capacità di utilizzare il proprio sapere, le conoscenze, il proprio sapere fare,e abilità ed il proprio saper essere, atteggiamenti, per affrontare situazioni nuove ed impreviste. 

Nella versione attuale, le otto competenze chiave per l’apprendimento permanente sono le seguenti:

  1. competenza alfabetica funzionale, 
  2. competenza multilinguistica, 
  3. competenza in matematica, scienze, tecnologia e ingegneria, 
  4. competenza digitale, 
  5. competenza personale, sociale e di apprendimento,
  6. competenza in materia di cittadinanza, 
  7. competenza imprenditoriale, 
  8. competenza in materia di consapevolezza ed espressioni culturali.