Concorso Scuola 2020

Concorso Scuola 2020: i bandi di concorso, i requisti di accesso, le prove selettive, l'assunzione in ruolo.

Luisa Treccani avatar

Luisa Treccani


Esperta di
Legislazione Scolastica

Concorso Scuola 2020
Concorso Scuola 2020: i bandi di concorso, i requisti di accesso, le prove selettive, l'assunzione in ruolo.



concorso-scuola-2020

Nella Gazzetta Ufficiale n. 34 del 28 aprile 2020 sono stati pubblicati diversi bandi di concorso: per la scuola d’infanzia, per la scuola primaria e per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

I bandi rispettano quanto previsto dalla Legge 159, di conversione del Decreto Legge n. 126/2019, recante misure urgenti sulla scuola, meglio noto come salva precari, e quanto previsto dalla Legge Finanziaria 2019.

I concorsi riservati per la scuola secondaria si differenziano in base alla finalità: assunzione in ruolo o conseguimento dell’abilitazione alla professione di insegnante.

Concorso Riservato Scuola Secondaria per assunzione in ruolo (Decreto n. 510)

Requisiti di accesso
Al concorso riservato ai precari storici finalizzato all’assunzione in ruolo possono partecipare coloro che sono in possesso del titolo di accesso all’insegnamento e che hanno prestato almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, dall’Anno Scolastico 2008/09 all’Anno Scolastico 2019/20 nelle scuole statali.
Se per raggiungere le tre annualità è necessario il servizio svolto nell’anno scolastico 2019/20, la partecipazione alla procedura straordinaria è con riserva, che può essere sciolta solo se si raggiungono almeno 180 giorni di servizio o servizio ininterrotto dal primo di febbraio alle operazioni di scrutinio finale (come prescrive la legge n. 124/1999 articolo 11 comma 14).

Inoltre, il decreto prevede il possesso delle seguenti condizioni congiunte:

  • I requisiti di servizio negli anni indicati sopra devono essere valutabili ai sensi della Legge 124/1999;
  • Almeno un anno di servizio, tra quelli di cui sopra, deve essere restato nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre;
  • e’ necessario il possesso del titolo di studio specifico per la tipologia di posto, comune o sostegno, e per la classe di concorso richiesta.

La procedura riguarda Regioni e classi di concorso per le quali si rende necessario avere personale abilitato negli anni 2020/21, 2021/22, 2022/23.

Domanda di partecipazione
La domanda di partecipazione al concorso straordinario scuola 2020 va presentata attraverso il servizio istanze online dalle ore 9.00 del 28 maggio 2020 fino alle ore 23.59 del 3 luglio 2020. I candidati possono presentare domanda di partecipazione in un’unica regione per una classe di concorso e per l’eventuale posto di sostegno.
Per ciascuna procedura cui si concorre va effettuato un pagamento di un contributo di 40,00 euro.

Prove di selezione
L’avviso relativo al calendario delle prove, alle sedi d’esame e all’elenco dei candidati è comunicato dagli Uffici Scolastici Regionali responsabili della procedura almeno 15 giorni prima della data di svolgimento delle prove.

La selezione consiste in una prova scritta con sistema informatizzato, composta da 80 quesiti a risposta multipla in 80 minuti, da superare raggiungendo i sette decimi (56).
Per il posto comune gli argomenti sono afferenti le competenze disciplinari relative alla classe di concorso/posto (45 quesiti), alle competenze didattico metodologiche (30 quesiti) ed ala capacità di lettura e comprensione del testo in lingua inglese (5 quesiti).
Per il posto comune della classe A024, A025, B02 lingua inglese sono relativi alle competenze disciplinari relative alla classe di concorso/posto (50 quesiti), e le competenze didattico metodologiche (30 quesiti), essendo la prova interamente nella lingua stessa.
Per il posto di sostegno gli argomenti sono afferenti all’ambito normativo (15 quesiti), all’ambito psicopedagogico e didattico (30 quesiti), all’ambito della disabilità e di altri bisogni educativi speciali (5 quesiti), alla capacità di lettura e comprensione del testo in lingua inglese (5 quesiti).
La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti.

Superata la prova selettiva…
Nella formazione della graduatoria dei vincitori si terrà conto del punteggio riportato nella prova e della valutazione dei titoli.
Saranno destinatari dell’immissione in ruolo i docenti in posizione utile in base ai posti annualmente autorizzati.
Chi rientra tra questi, è ammesso a sostenere il periodo di formazione iniziale e di prova, recuperare gli eventuali 24 CFU qualora gli stessi non siano già stati conseguiti.

I programmi concorsuali, sia per la parte generale, per il sostegno che per la parte specifica delle singole classi di concorso, sono contenuti nell’Allegato C

Chi non passa di ruolo…

Coloro che partecipano alla procedura straordinaria per i non abilitati e non rientrano tra i numeri dei destinatari al ruolo possono, comunque, ottenere l’esercizio alla professione docente, rispettando le seguenti condizioni: incarico annuale, possesso 24 CFU e superamento della prova orale davanti al comitato di valutazione.

Concorso straordinario finalizzato ad ottenere l’abilitazione all’insegnamento (Decreto n. 497)

È prevista una procedura straordinaria finalizzata ad ottenere l’abilitazione all’insegnamento, anche per coloro che fossero già di ruolo.

Requisiti di accesso
I requisiti di ammissione sono il possesso di almeno tre anni di servizio dall’Anno Scolastico 2008/2009 all’Anno Scolastico 2019/2020 presso scuole statali e paritarie e presso i CFP e il possesso del titolo di studio prescritto per l’insegnamento alla classe di concorso prescelta.

Domanda di partecipazione
La domanda di partecipazione al concorso straordinario scuola 2020 va presentata attraverso il servizio istanze online dalle ore 9.00 del 28 maggio 2020 fino alle ore 23.59 del 3 luglio 2020. I candidati possono presentare domanda di partecipazione in un’unica regione per una classe di concorso e per l’eventuale posto di sostegno.
Per ciascuna procedura cui si concorre va effettuato un pagamento di un contributo di 15,00 euro.

Prove di selezione
La prova di selezione informatizzata prevede 60 quesiti a risposta multipla in 60 minuti, relativi alle competenze disciplinari della classe di concorso (40 quesiti) e alle competenze didattico metodologiche (20 quesiti).
La risposta corretta vale 1 la risposta errata o non data vale 0 punti. La prova è superata raggiungendo i 7 decimi (42).

Superata la prova selettiva…
Superata  la prova, si entra in un elenco non graduato distinto per classi di concorso, si consegue il solo titolo di abilitazione all’insegnamento e non l’automatica immissione in ruolo.

I programmi concorsuali, sia per la parte generale, per il sostegno che per la parte specifica delle singole classi di concorso, sono contenuti nell’Allegato A

Concorso Ordinario Scuola Infanzia e Primaria (Decreto n. 498)

Requisiti di accesso
La partecipazione è consentita a coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • diploma magistrale e diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguiti entro l’a.s.2001/02,
  • laurea in Scienze della formazione primaria o titolo analogo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia,
  • per i posti di sostegno è necessario il titolo di specializzazione,
  • a differenza del recente concorso straordinario, non sono richiesti requisiti di servizio già prestato nel medesimo ordine di scuola.

Domanda di partecipazione
Le domande di partecipazione al concorso scuola vanno presentate attraverso la piattaforma istanze online dalle ore 9.00 del 15 giugno 2020 alle ore 23.59 del 31 luglio 2020.
Per la partecipazione è dovuto un contributo di segreteria pari a 10,00 euro.

Prove
Le prove sono articolate nel modo seguente:

  • prova pre-selettiva prevista nel caso in cui le domande di partecipazione siano superiori a quattro volte il numero dei posti o superiori a 250 unità. L’eventuale prova preselettiva è costituita da 50 quesiti a risposta multipla in 50 minuti, volti a verificare le capacità logiche (20 quesiti), la comprensione del testo (20 quesiti) e la conoscenza della normativa scolastica (10 quesiti). La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti.
  • prova scritta composta da due domande aperte con trattazione articolata di tematiche disciplinari, culturali e professionali, per accertare le conoscenze e le competenze didattico – metodologiche relative alle discipline per la scuola primaria ed ai campi di esperienza per la scuola d’infanzia; per i posti di sostegno le domande sono specificamente dedicate ai temi dell’inclusione ed alle metodologie didattiche personalizzate;
    la prova scritta prevede anche un quesito articolato in otto domande a risposta chiusa per verificare la comprensione di un testo in lingua inglese, raggiungendo il livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  • prova orale, alla quale si accede una volta superata positivamente la prova scritta, dura trenta minuti, consiste nella presentazione di una progettazione di attività didattica, che permetta di accertare la conoscenza dei contenuti previsti dall’Allegato A del bando, la padronanza delle discipline, la capacità di effettuare una progettazione didattica efficace, con integrazione delle TIC;
  • per il colloquio di sostegno l’attenzione sarà particolarmente rivolta ad accertare le competenze nel progettare un ambiente di apprendimento volto all’inclusione ed al raggiungimento di obiettivi adeguati alle potenzialità ed alle differenti tipologie di disabilità.

Superate le prove selettive…
Concluso l’iter concorsuale, stilata la graduatoria regionale di merito, si procederà alla chiamata in ruolo per la copertura dei posti disponibili.

I programmi concorsuali, sia per la parte generale che per la parte specifica del profilo di appartenenza, sono contenuti nell’Allegato A del bando.

Concorso Ordinario Scuola Secondaria (Decreto n. 499)

Requisiti di accesso
Possono presentare domanda di partecipazione al concorso ordinario scuola secondaria coloro che sono in possesso di specifica abilitazione all’insegnamento sulla classe di concorso interessata oppure coloro che sono in possesso del titolo di accesso di insegnamento congiunto con i 24 CFU.

Domande di partecipazione
Le domande di partecipazione vanno presentate attraverso la piattaforma istanza online dalle ore 9 del 15 giugno 2020 alle ore 23.59 del 31 luglio 2020.
Per la partecipazione è dovuto un contributo di segreteria pari a 10,00 euro.

Prove
Qualora il numero delle domande di partecipazione a livello regionale e per ciascuna procedura è superiore a 4 volte il numero dei post messi a concorso o non è inferiore a 250, è prevista un prova preselettiva di 60 quesiti a riposta multipla in 60 minuti, volta a verificare le capacità logiche (20 quesiti), la capacità di comprensione del testo (20 quesiti), la conoscenza della normativa scolastica (10 quesiti) la conoscenza della lingua inglese almeno a livello B2 (10 quesiti).

Per il concorso su posto comune, si devono affrontare le seguenti prove:

  • 1° prova scritta (a carattere nazionale) finalizzata alla valutazione delle conoscenze e competenze disciplinari;
  • 2° prova scritta (a carattere nazionale) finalizzata alla valutazione delle conoscenze e competenze discipline antropo-psicopedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche;
  • Prova orale finalizzata alla valutazione delle conoscenze afferenti alla disciplina, ad una lingua straniera a livello B2, alla tecnologia dell’informazione e della comunicazione.

Mentre, per il concorso su posto di sostegno, si devono affrontare le seguenti prove:

  • Prova scritta (a carattere nazionale) volta alla valutazione delle conoscenze afferenti la pedagogia speciale, la didattica per l’inclusione scolastica e le relative metodologie;
  • Prova orale volta alla valutazione conoscenze afferenti la disciplina, una lingua straniera a livello B2, la tecnologia dell’informazione e della comunicazione.

Il superamento di ciascuna prova, con il punteggio minimo stabilito dal bando è condizione necessaria per accedere alla prova successiva.

Superate le prove selettiva…
Al termine della procedura concorsuale viene stilata la graduatoria di merito regionale distinta per classi di concorso e tipologia di posto, da cui si attinge per le immissioni in ruolo.

I programmi concorsuali, sia per la parte generale, per il sostegno che per la parte specifica delle singole classi di concorso, sono contenuti nell’Allegato A del bando.

LuisaTreccani
I'M SOCIAL