FAQ SCUOLA
Ruoli e compiti nella scuola

Ruoli e compiti nella scuola

La complessa struttura della scuola è articolata in diversi ruoli e compiti. Approfondiamoli attraverso domande e risposte.

I soggetti si classificano in interessati e controinteressati. Gli interessati sono soggetti privati che hanno un interesse diretto, concreto ed attuale corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata, che si può esercitare con l’accesso a questi documenti e viene tutelato in questo modo. I controinteressati sono, invece, sempre soggetti individuabili o facilmente individuabili che dall’esercizio di quel diritto di accesso potrebbero vedere compromesso il proprio diritto alla riservatezza.

Apri la scheda

È la persona fisica o giuridica, autorità pubblica, servizio o altro organismo che, singolarmente o insieme ad altri, determina le finalità e i mezzi del trattamento di dati personali. Nel caso della scuola è l’istituzione scolastica nella persona del dirigente scolastico

DDI e privacy: indicazioni generali – Giugno 2020 – pp. 2
Regolamento UE 2016/76 –  art. 4 n. 7 e art. 28

Apri la scheda

Ciascun organo collegiale è composto da specifiche figure partecipi alla vita della scuola. 

Nella tabella una sintesi completa della composizione degli organi collegiali della scuola

(Fonte: Testo Unico in materia di istruzione, come modificato dal DL n. 9/2020, convertito con L. n. 12/2020, artt 5-15)

Apri la scheda

Gli organi collegiali che prevedono un rinnovo attraverso elezione sono i seguenti: 

  • consiglio di istituto e giunta esecutiva, rinnovati ogni tre anni. Se nel triennio decade un rappresentante, si procede con la surroga nominando il primo dei non eletti nelle rispettive liste. La rappresentanza studentesca è rinnovata annualmente. Nel caso di esaurimento delle liste/in cui non siano rappresentati tutte le componenti, si procede con elezioni supplettive. 
  • Comitato di valutazione dura in carica tre anni scolastici. 
  • Consiglio di intersezione, di interclasse e di classe sono rinnovati annualmente con procedura semplificata. 

(Fonti: Testo Unico in materia di istruzione, come modificato dal DL n. 9/2020, convertito con L. n. 12/2020, OO.MM. nn. 267/1995, 293/1996 e 277/1998).

Apri la scheda

  • Consiglio di intersezione, di interclasse e di classe. 
  • Collegio dei docenti. 
  • Consiglio di circolo o d’istituto e giunta esecutiva. 
  • Comitato per la valutazione dei docenti. 
  • Assemblee degli studenti e dei genitori.

(Fonte: Testo Unico in materia di istruzione, come modificato dal DL n. 9/2020, convertito con L. n. 12/2020, artt 5-15)

Apri la scheda

Sono organismi di partecipazione delle istituzioni scolastiche composte da coloro che “vivono” la scuola: dirigente, docenti, personale ata, studenti/esse nella secondaria di secondo grado, genitori. 

La composizione, i compiti, i tempi di durata in carica, il funzionamento sono regolamentati dal D. Lgs n. 297/1994, noto come Testo Unico in materia di istruzione, dall’art. 5 all’art. 15.

Tale testo è stato aggiornato nel corso degli anni con una serie di interventi legislativi. Le ultime modifiche discendono dal D.L. n. 1/2020, convertito con modifiche dalla L. n. 12/2020.

Apri la scheda

Il referente Covid ha un ruolo centrale nel gestire lo stato di emergenza sanitaria: si interfaccia con il Dipartimento di Prevenzione (DdP), comunica al DdP il caso di un numero elevato di assenze improvvise di studenti in una classe, fornisce l’elenco degli studenti, degli insegnanti e di tutte le figure professionali della classe in cui si è verificato il caso confermato, raccoglie elementi per la ricostruzione dei contatti stretti avvenuti nelle 48 ore prima della comparsa dei sintomi e quelli avvenuti nei 14 giorni successivi, controlla la corretta gestione della stanza di isolamento, telefona immediatamente ai genitori/tutore legale nel caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o un sintomo compatibile con COVID-19, supporta il Dirigente all’interno del Comitato COVID-19 per  l’applicazione e la verifica del protocollo aziendale anticontagio,… 

Ciascuna istituzione scolastica, però, contestualizza ed aggiorna l’incarico secondo le specificità del proprio protocollo.

Apri la scheda

Il referente Covid è una nuova figura identificata tra i dipendenti di ciascuna istituzione scolastica che, a partire dall’A.S. 2020/21, ha un ruolo centrale nel gestire le situazioni di emergenza sanitaria che si possano manifestare.
L’incarico può essere ricoperto da più persone a seconda della complessità
dell’istituto.
L’obbligo di avere tale figura discende dalla normativa in materia di prevenzione e contenimento del contagio da COVID-19 e dal Protocollo d’Intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico, nel rispetto delle regole di Sicurezza per il contenimento della diffusione di COVID-19.

Apri la scheda

Si tratta di un istituto contrattuale che consente di instaurare un dialogo e di partecipare costruttivamente ad approfondire le tematiche oggetto di informativa e di risolvere controversie al tavolo trattante.

Nel CCNL Comparto Scuola 2016/18 è regolamentato all’Art. 6.

Il confronto si avvia partendo dalla informativa fornita ai soggetti sindacali e a seguito della richiesta da parte sindacale o come scelta di parte datoriale entro cinque giorni dal ricevimento dei materiali.

Nei quindici giorni successivi all’avvio del confronto si devono svolgere gli incontri e si deve redigere verbale conclusivo di sintesi delle posizioni e dei lavori.

Apri la scheda

Rimaniamo in contatto

Iscriviti alla Newsletter.
Non perdere neanche un aggiornamento!

.