L’esperienza di Alternanza scuola – lavoro è stata più volte rivista ed è terreno di incontro, ma anche di scontro, tra il mondo della scuola ed il mondo del lavoro.

Per rendere autentica l’esperienza dell’alternanza è indispensabile che venga progettata, costruita insieme, in modo organico e condiviso, partendo da un coinvolgimento attivo di tutto il personale docente.

Sono ancora tanti i colleghi docenti che la ritengono tempo perso. In realtà, per lo studente e per la studentessa è un’opportunità per misurare e per sperimentare il valore formativo delle discipline. In questo potremmo trovare un terreno condiviso di dialogo e confronto nei consigli di classe.

La condivisione del linguaggio e delle finalità deve essere anche il terreno di dialogo e progettualità condivisa tra scuola e azienda.

Troppo spesso le aspettative dell’azienda riguardano solo la preparazione di manodopera specializzata. L’istruzione e la formazione non possono e non devono preoccuparsi esclusivamente della preparazione tecnica dei futuri lavoratori e delle future lavoratrici.

La scuola propone un’offerta formativa che garantisca il successo formativo di ogni studente/studentessa, facendo acquisire conoscenze ed abilità e maturare competenze disciplinari e per la vita.

L’alternanza scuola-lavoro, ora PCTO, Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento, ha un ruolo strategico per favorire orientamento e lotta alla dispersione.

Per riuscire a sfruttare pienamente tale importante canale formativo che concilia la parte di preparazione con l’esperienza, è necessario fermarsi un momento, condividere un linguaggio comune, definire finalità formative all’interno della scuola e tra la scuola e il mondo del lavoro che può accogliere e far tesoro di queste esperienze.

TFA sostegno 2023

TFA Sostegno 2023

Approfondiamo quali siano i requisiti richiesti, le prove da affrontare e, soprattutto, i suggerimenti per prepararsi al meglio alla selezione per l’accesso al prossimo TFA sostegno