In questi giorni che precedono per molti colleghi la prova orale del concorso ordinario, vi sono alcune domande abbastanza ricorrenti: come si svolgerà il colloquio? Cosa conviene ripassare? Quali riferimenti legislativi è utile richiamare?…

Cerco di fornire qualche suggerimento.

Innanzitutto, va ripreso in mano il decreto relativo al bando di concorso ordinario, rivisto per la parte dello scritto: il DM n. 499/2020. All’articolo 8 comma 7 vengono definite le finalità con le quali è condotta la prova orale: l’accertamento della preparazione del candidato secondo quanto previsto dall’Allegato A, la padronanza delle discipline, la capacità di progettazione efficace, anche in riferimento alle TIC.

Si tratta, infatti, di una lezione simulata, accompagnata dall’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute dal candidato e di un’interlocuzione da parte della commissione sui contenuti della lezione stessa e per l’accertamento della conoscenza della lingua straniera e delle TIC.

Per avere un quadro ben chiaro dei criteri per la valutazione della prova orale, è indispensabile consultare la guida predisposta dal miur.

Qui si trovano i riferimenti specifici alla disciplina per la quale si partecipa al concorso.

Oltre ad indicazioni precise su come si svolgerà concretamente la prova, di fondamentale importanza è avere ben presente la tabella che il Ministero propone dove sono riportati gli ambiti osservati e valutati, gli indicatori sui quali verterà la verifica da parte della commissione, i descrittori dei diversi livelli ed il relativo punteggio.

Il colloquio verte su una traccia proposta dalla commissione ed estratta 24 ore prima della prova tra tre predisposte dalla Commissione giudicatrice. La prova orale è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

TFA sostegno 2023

TFA Sostegno 2023

Approfondiamo quali siano i requisiti richiesti, le prove da affrontare e, soprattutto, i suggerimenti per prepararsi al meglio alla selezione per l’accesso al prossimo TFA sostegno

La commissione nel predisporre la traccia ha definito il contenuto della lezione, il contesto, le specificità della classe e degli alunni cui è rivolta e gli strumenti a disposizione.

I riferimenti legislativi da riportare nel predisporre la propria progettazione variano a seconda dell’argomento ma mi sento di indicare alcuni riferimenti fondamentali che, definirei, trasversali ad ogni proposta:

Naturalmente, tali riferimenti vanno opportunamente inseriti e, soprattutto, se citati, vanno adeguatamente conosciuti, al fine di essere preparati ad eventuali domande di approfondimento da parte della commissione.