Sintesi Legge 107 del 2015

Autore
Luisa Treccani
Pubblicazione
24-10-20

Scheda di lettura per una sintesi funzionale relativa alla Legge n. 107 del 2015, nota come Buona Scuola.

Nell’anno Scolastico 2014/15 è stata attuata la cosiddetta riforma della Buona Scuola, entrata in vigore con Legge n. 107 del Luglio 2015.
La presente legge si propone tra le finalità dare piena attuazione all’autonomia delle istituzioni scolastiche introdotta attraverso l’articolo 21 della legge n. 59/1997.
La discussione per l’approvazione ha prodotto talmente tanti interventi emendativi che, appellandosi alla fiducia, è stata approvata sotto forma di un unico articolo con 212 commi.

Il testo della legge non è, pertanto, di facile lettura in quanto vi sono molti rinvii fra i commi e molte materie sono demandate a decretazione successiva e secondaria.

Per aiutare ad orientarsi nella lettura di un testo tanto complesso, di seguito, un utile strumento di sintesi della legge 107 del 2015, nota come la Buona Scuola, che riporta per ogni argomento affrontato i riferimenti in seno al testo.

Inoltre, accanto ai testi dei commi di riferimento, sono inseriti gli eventuali aggiornamenti discendenti dalla normativa successiva.

Piano triennale dell’offerta formativa

Art. 1 commi dal 2 al 7
Art. 1 commi 12 – 14 – 16 – 17 – 19


Organico dell’autonomia

Art. 1 commi 21 – 64 – 65

Con l’approvazione del CCNL comparto scuola del 2016/18 si è ribadito, agli artt 27 e 28, che l’organico, ora definito complessivamente dell’autonomia, vada utilizzato dapprima per la copertura delle ore di ordinamento, delle progettualità inserite nel PTOF e solo le eventuali ore residuali siano a disposizione per la sostituzione del personale assente.


Piano straordinario di assunzioni

Art. 1 commi dal 95 al 105


Percorsi FIT

Art. 1 commi dal 109 al 119

La nuova modalità di formazione iniziale e reclutamento è stata successivamente rivista più volte, modificando dapprima la durata del percorso e successivamente l’intera impostazione. Oggi, infatti, siamo immersi in una tornata concorsuale che vede realizzarsi in contemporanea concorsi ordinari e straordinari che non differenziano la situazione di coloro che hanno già alle spalle diversi anni di esperienza professionale.


Comitato di valutazione

Art. 1 comma 129


Compenso per la valorizzazione del personale

Art. 1 commi dal 126 al 130

Tale impostazione è stata rivista in due occasioni: rinnovo CCNL comparto Scuola 2016/18 e legge di stabilità 2020 (Legge n. 160/2019 art. 1 c 249).

Oggi , infatti, possono essere destinatari del compenso per la valorizzazione del merito tutti i dipendenti di una scuola e non più solo i docenti di ruolo. Il finanziamento è convogliato nel Fondo dell’Istituzione Scolastica (FIS) ed i criteri di ripartizione sono oggetto di contrattazione tra il dirigente scolastico e le RSU.


Formazione dei docenti e card

Art. 1 commi 121 – 122 – 124


Ambiti territoriali

Art. 1 commi 66 – 68 – 70 – 73 – 74

La titolarità di ambito e la conseguente chiamata diretta sono state abolite attraverso un accordo con le Organizzazioni Sindacali sulla mobilità del personale.


Chiamata diretta

Art. 1 commi 79 – 80 – 81 – 82

La chiamata diretta, strettamente collegata alla titolarità di ambito, sono state abolite attraverso un accordo con le Organizzazioni Sindacali sulla mobilità del personale.


Alternanza scuola lavoro

Art. 1 commi da 33 a 41

Attraverso la Legge di Stabilità 2019 (Legge n. 145/2018) sono state modificate le ore e se ne è rivisto l’impianto. 

La Nota Miur n. 3380/2019 ha fornito indicazioni precise in merito. 

Ora si parla di Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO) e non vi è più un monte ore obbligatorio, bensì un numero minimo di ore che ciascuna istituzione scolastica deve garantire nel corso del secondo biennio e dell’ultimo anno: non meno di 210 ore per gli istituti professionali, non meno di 150 per gli istituti tecnici e non meno di 90 ore per i licei. 


Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD)

Art. 1 commi 56 – 58

Se hai trovato utile l'articolo, di seguito alcuni post che potrebbero interessarti.

Autonomia Scolastica

Autonomia scolastica: la legge Bassanini

Il riconoscimento dell'autonomia scolastica è maturato nel nostro Paese in un contesto di riforma della pubblica amministrazione attraverso la legge Bassanini volto a realizzare decentramento, semplificazione, modernizzazione.

Approfondisci
Spunti di Riflessione

Gli studenti e le studentesse ci insegnano a preoccuparci del futuro della Terra

Il giorno 15 Marzo si è svolta una capillare Manifestazione degli studenti e delle studentesse con l'unico obiettivo di un impegno serio, tangibile e reale per salvare il pianeta.

Approfondisci
Pedagogia e Didattica

Il mondo del lavoro nell’era digitale

Come ogni rivoluzione, anche quella dell'industria 4.0 non fa sparire Il lavoro ma lo trasforma

Approfondisci
Legislazione Scolastica

Decreto Legislativo 59 del 2017: la formazione iniziale e reclutamento

I temi della formazione iniziale e del reclutamento sono al centro del dibattito quando si vuole sanare il problema del precariato nella scuola italiana. Vederemo i molti tentativi nel corso dei decenni.

Approfondisci
Formazione

I pomeriggi delle deleghe della Legge Buona Scuola

Gli effetti della cosiddetta Buona Scuola si trascinano ancora anche attraverso le materie oggetto delle deleghe al Governo. Cerchiamo di analizzarne i contenuti.

Approfondisci
Legislazione Scolastica

Contrattazione e Collegialità: il cuore del nuovo CCNL comparto scuola

La scuola deve tornare ad essere un'autentica comunità educante, dove collegialità e contrattazione tornano ad essere le dimensioni di una scuola autonoma

Approfondisci